Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Germania "stoppata" (2-2) dall'Argentina

Lucas Ocampos festeggia il gol del 2-2.
Lucas Ocampos festeggia il gol del 2-2. -
Diritti d'autore
REUTERS/Leon Kuegeler
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

DORTMUND (GERMANIA) - Quando ormai sembrava una passeggiata per la Germania, in vantaggio di due gol, l'Argentina ha tirato fuori le unghie e ha agguantato un meritato 2-2, nell'amichevole giocata mercoledì al Signal Iduna Park di Dortmund.

L'undici iniziale della Germania contro l'Argentina.

Dopo un primo tempo in cui la "Mannschaft" - peraltro assai rinnovata - ha dominato in lungo e in largo, segnando con Serge Gnabry (15') e Kai Havertz (22'), nella ripresa l'Albiceleste di Lionel Scaloni è apparsa trasformata, nel gioco e nello spirito, pareggiando clamorosamente con i gol di Lucas Alario (66') e Lucas Ocampos (85'), entrambi entrati dopo l'intervallo.

Eccellente, soprattutto, la prestazione di Ocampos, 25 anni, mezzala del Siviglia, con un passato non troppo brillante in Italia, al Genoa (benino) e al Milan (male).
Per quanto riguarda gli "italiani" argentini: partita intera per Lautaro Martinez e un'ora per Paulo Dybala. Entrambi senza brillare.
90 minuti anche per Emre Can, schierato da laterale destro.

Lionel Scaloni, il Commissario Tecnico dell'Argentina.

Assenti, nell'Argentina, Angel Di Maria, Sergio 'Kun' Aguero e Leo Messi, squalificato fino a novembre dopo l'espulsione in Copa America.

Buona a metà la prova della Germania, che nella ripresa ha confermato i problemi - soprattutto difensivi - già mostrati nella partita persa in casa (2-4) con l'Olanda, valida per le qualificazioni a Euro2020.

Joachim Löw dovrà trovare, in fretta, delle soluzioni.

Joachim Low, 59 anni: è preoccupato.

Il tabellino

GERMANIA (3-4-3): Ter Stegen; Emre Can, Sule, Koch, Halstenberg; Kimmich, Havertz (83′ Rudy), Klostermann, Brandt (67′ Amiri), Gnabry (72′ Serdar), Waldschmidt. C.T. Löw

ARGENTINA (4-3-3): Marchesin; Tagliafico, Rojo (46′ Acuna), Otamendi, Foyth; Pereyra (76′ Saravia), Paredes, De Paul (93′ Rodriguez); Correa (46′ Ocampos), Lautaro Martinez, Dybala (62′ Alario). C.T. Scaloni

RETI: 15′ Gnabry (G), 22′ Havertz (G), 66′ Alario (A), 85′ Ocampos (A)

La formazione iniziale dell'Argentina.