Trentin, bravo Pedersen ma mi girano...

Trentin, bravo Pedersen ma mi girano...
"Stavo morendo di freddo. Ultimo giro? Ho pensato solo a volata"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 29 SET - "Stavo morendo di freddo, ancora adesso sto tremando... È stata una corsa veramente dura. Ero venuto qui per vincere, ci sono andato vicino e mi girano... per non essere riuscito a farlo. L'ultimo giro? Ero lì che pensavo solo alla volata e sono stato battuto anche se magari sulla carta ero il più veloce. Ma oggi Pedersen è stato il più bravo, niente da dire". Matteo Trentin commenta così la medaglia d'argento ai Mondiali di ciclismo. "Pedersen è stato davvero bravo - ha aggiunto - si stava per staccare in salita, ha tenuto duro. Mi roderà per tutto l'anno quando lo vedrò con quella maglia". Trentin sottolinea la prova della squadra azzurra: "Siamo stati bravi, avete visto una grande Italia, eravamo dappertutto, Moscon poi è stato fenomenale. Questa sconfitta sarà dura da mandare giù ma domani da qualche parte il sole sorge lo stesso. Non sono così deluso onestamente - ha concluso - non ho perso di un centimetro, lo sport è questo. A volte, come oggi, non è bello, ma è così".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Rapporto sull'Unrwa: Israele non ha fornito prove di legami con con Hamas

Ucraina, "presto aiuti dagli Usa" dice Biden inclusi gli Atacms: colpita torre tv di Kharkiv

Elezioni europee: Nicolas Schmit a Berlino con Katarina Barley