Farmaci rubati e rivenduti in nero

Farmaci rubati e rivenduti in nero
Sequestrata una farmacia nel lametino,spariva soprattutto Viagra
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - LAMEZIA TERME (CATANZARO), 26 LUG - Una rete costituita da corrieri di farmaci, magazzinieri di depositi e farmacisti che, "attraverso una collaudata organizzazione permeata da complicità e stretta collusione", avrebbe trafugato medicinali - soprattutto Viagra - per poi rivenderli sul mercato clandestino tra Lamezia Terme e l'hinterland. E' quella portata alla luce da un'inchiesta coordinata dalla Procura di Lamezia e condotta dai carabinieri del Nas di Catanzaro e del Gruppo per la Tutela della salute di Napoli. L'inchiesta, denominata "Blu express", ha portato al sequestro della farmacia Palmieri di Maida, e all'arresto di due corrieri di farmaci, Giovanni Butera e Antonio Bonsignore, e del dipendente di una farmacia Luigi Strangis, finiti ai domiciliari. Altre 8 persone sono indagate in stato di libertà. I furti e le appropriazioni avvenivano grazie alla complicità di alcuni magazzinieri che facevano sparire interi colli. In altre casi corrieri compiacenti omettevano la consegna dei farmaci. Quindi venivano venduti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: la Camera approva gli aiuti all'Ucraina per 61 miliardi di dollari

Gaza: Erdoğan incontra Ismail Haniyeh e il ministro degli Esteri egiziano a Istanbul

Migranti, i Paesi europei del Mediterraneo chiedono cooperazione e nuovi fondi