ULTIM'ORA
This content is not available in your region

M.Bianco, studio alternativa via normale

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – AOSTA, 24 LUG – C‘è in progetto un nuovo percorso
chiodato e parzialmente attrezzato – alternativo a quello
classico della via normale italiana dal rifugio Gonella – che
per il Cai di Torino è “il più sicuro per l’ascensione del Monte
Bianco, anche se rimane uno tra i più lunghi come sviluppo e
dislivello”. L’ipotesi prevede che si snodi lungo la Cresta
delle Aiguilles Grises: la salita, “praticamente sempre in
cresta”, passa “lontano da crepacci e seracchi sospesi evitando
il pericoloso transito sul Glacier du Dome, molto delicato e
spesso impraticabile in stagione avanzata”. Dal “Piton des
Italiens il tracciato si riunisce a quello classico, che
prosegue su cresta nevosa fino al Col du Dome e alla Cresta
delle Bosses che conduce in vetta”. Una ricognizione conoscitiva
di fattibilità è stata svolta il 4 luglio 2019 dal comandante
della guardia di finanza di Entrèves, Delfino Viglione, e dal
finanziere Mauro Arioli, coadiuvati da una ditta e da un
elicottero messo a disposizione dai genitori di Jassim Mazouni.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.