EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Delitto Macchi, pg: ergastolo per Binda

Delitto Macchi, pg: ergastolo per Binda
Gualdi a Corte assise appello, lui è assassino e poeta anonimo
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 24 LUG - "Il poeta anonimo è certamente Stefano Binda" e "Binda ha scritto quella lettera perché ha vissuto i fatti descritti", ovvero l'assassinio di Lidia Macchi. È un passaggio della requisitoria questa mattina in aula davanti alla Corte d'Assise d'Appello di Milano del sostituto pg Gemma Gualdi, nel processo a Stefano Binda, imputato per l'omicidio della giovane a Cittiglio (Varese), nel 1987. Il pg ha chiesto di confermare la sentenza di primo grado della Corte d'assise di Varese, che ha condannato il 51enne all'ergastolo per omicidio volontario aggravato dalla violenza sessuale.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Proteste in Nuova Caledonia: i motivi delle accuse della Francia all'Azerbaijan

Repubblica Democratica del Congo, il portavoce dell'esercito: "Sventato un tentativo di golpe"

Iran, incidente elicottero presidente Raisi: tutti morti passeggeri a bordo, secondo Mezzaluna Rossa