Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Bombe carta per sottrarre appalti

Bombe carta per sottrarre appalti
In Penisola Sorrentina anche incendi e minacce a ditta
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – NAPOLI, 15 LUG – Bombe carta, minacce e incendi per
sottrarre appalti alla concorrenza. C‘è tutto questo dietro i
due arresti che sono scattati a Vico Equense (Napoli). A finire in manette un imprenditore edile ed un 34enne di
Pompei. Gli indagati, tra il gennaio e il febbraio di
quest’anno, avrebbero disposto il posizionamento di due bombe
carta: una esplose davanti a un hotel di Vico Equense che la
ditta aggiudicataria stava ristrutturando, l’altra davanti al
garage privato del titolare dell’azienda. Secondo l’accusa i due
avrebbero ordinato anche l’incendio di un autoarticolato
dell’azienda concorrente: il mezzo venne dato alle fiamme mentre
era parcheggiato in prossimità di una struttura che la ditta
stava adibendo ad albergo, sempre a Vico Equense. Ai gesti
intimidatori aggiunsero una telefonata fatta a un dipendente
dell’azienda presa di mira: “Dite al ‘mastro’ vostro che deve
portare quell’offerta a Vico Equense”, vale a dire dovevano
cedere i loro appalti per non avere altri problemi.
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.