Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Banca Marche, appello conferma condanne

Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ANCONA, 1 LUG – La Corte d’appello di Ancona ha
confermato la sentenza di condanna dell’ex direttore generale di
Banca Marche Massimo Bianconi (tre anni di reclusione) e
dell’imprenditore Davide Degennaro (due anni, pena sospesa) per
l’accusa di corruzione tra privati nel processo ‘stralcio’ del
crac Banca Marche: riguardava presunti scambi di favori tra l’ex
dg e due imprenditori tra il 2010 e il 2012, legati a un
immobile acquistato ai Parioli a Roma da una società facente
capo ai familiari di Bianconi. Per l’imprenditore Vittorio Casale, già assolto penalmente in
via definitiva, sono state respinte le statuizioni civili della
Nuova Banca Marche. Bianconi è stato assolto per un capo
d’imputazione contestato in primo grado in concorso con Casale.
L’accusa era sostenuta dal pg Sergio Sottani e dal sostituto
Filippo Gebbia. Confermati anche sequestri e confische a carico
degli imputati. La difesa di Bianconi sostiene l’infondatezza
delle accuse “frutto di un impianto accusatorio traballante”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.