Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aggredì zio che poi morì, condannata

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CESENATICO (FORLÌ-CESENA), 14 GIU – Il tribunale di
Forlì ha riconosciuto colpevole Paola Benini dell’omicidio dello
zio Alfredo Benini, 87 anni, ipovedente, aggredito brutalmente
il 15 ottobre 2017 nella sua abitazione in centro a Cesenatico e
poi morto il 13 maggio 2018 in ospedale non essendosi più
ripreso. La donna, che si è sempre professata innocente ed era l’unica
imputata, è stata condannata a 24 anni di reclusione, il pm Sara
Posa ne aveva chiesti 25. L’uomo fu picchiato con ferocia alla testa, secondo i giudici
Paola Benini, 57 anni, prima lo aggredì a mani nude poi con un
corpo contundente mentre questi era già riverso a terra
gravemente ferito e in una pozza di sangue. Alla base del gesto
ci sarebbero stati motivi economici.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.