Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

'Se Icardi me lo chiedesse smetterei'

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MILANO, 07 GIU – ‘‘Se un giorno mi chiedesse di
rinunciare a fare l’agente, lo farei. Essere sua moglie e sua
agente non dice necessariamente molto su di me, ma molto di più
su Mauro che ha avuto il coraggio, a dir poco, di scegliermi’‘.
Wanda Nara, moglie e agente di Mauro Icardi, si racconta in
un’intervista all’Equipe realizzata a maggio e pubblicata oggi.
Il ruolo di procuratrice del marito è delicato e sembra abbia
contribuito a compromettere il rapporto con l’Inter, tanto che
si parla di un addio imminente dopo che gli è stata tolta la
fascia di capitano. Ma fu Icardi a chiedere a Wanda di diventare
la sua agente: ‘‘Mi ha chiesto consigli spesso per le sue
decisioni e poi mi ha detto continua a fare tu, è nato tutto
così. Io non ho mai avuto un manager nel mio lavoro, ho
negoziato i miei contratti da sola. Dopo il liceo, ho studiato
giurisprudenza e gestione aziendale e ho continuato a farlo
durante le mie gravidanze’‘.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.