Dia confisca beni a imprenditore a Prato

Dia confisca beni a imprenditore a Prato
Ha precedenti, condanne e tenore di vita sproporzionato
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - FIRENZE, 31 MAG - La Direzione investigativa antimafia di Firenze ha eseguito a Prato un decreto di confisca di beni per un valore complessivo di 1,5 milioni di euro, nei confronti dell'imprenditore tessile cinese Yunwu Cai, 38 anni, residente a Carmignano (Prato), già gravato da condanne per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e gioco d'azzardo, e nel 2012 arrestato per contrabbando. Il decreto conferma un sequestro di beni effettuato nel 2017 a carico dell'uomo che riguarda una villa a Tavola di Prato, quote di due società, conti bancari, tre vetture e altre disponibilità finanziarie. La Dia considera il suo patrimonio frutto di attività delittuose e valuta il suo tenore di vita sproporzionato rispetto ai redditi esigui dichiarati (per molti anni con imposta pari a zero euro). Cai fu condannato nel 2004 dalla corte d'appello per aver favorito l'immigrazione illegale di numerosi cinesi e nel 2012 dal tribunale di Prato per gioco d'azzardo. Fu arrestato nel 2012 per contrabbando.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alta tensione tra Moldova e Transnistria, Tiraspol chiede l'intervento russo per i dazi

La Germania media per la pace tra Azerbaigian e Armenia

Guerra in Ucraina, Zelensky al vertice in Albania chiede più munizioni