Gp Monaco:Hamilton, 'Lauda mio complice'

Gp Monaco:Hamilton, 'Lauda mio complice'
Inglese Mercedes: 'Per miglior tempo ho scavato dentro di me'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - ''Niki era il mio complice, lui mi ha convinto a venire alla Mercedes e lui mi aiutava a migliorare la macchina''. Nel giorno della pole position a Montecarlo, il pensiero di Lewis Hamilton è ancora per Niki Lauda scomparso nella notte tra lunedì e martedì scorso all'età di 70 anni. ''Non lo dimenticheremo mai - aggiunge il campione del mondo della Mercedes - i nostri pensieri saranno sempre per lui''. Poi Hamilton parla di Monaco e della sua prestazione: "Grazie al pubblico, qui è casa mia. Questa è una gara che ogni pilota sogna di vincere sin da ragazzino, è sempre un sogno e cerchi di dare sempre tutto quello che hai. Macchina splendida, bellissima battaglia con Valtteri che è stato velocissimo per tutto il weekend. La voglia di conquistare questa pole, che significa così tanto per me, mi ha portato a scavare dentro di me più che mai. Grazie al mio team, il giro è stato incredibile, mi sento magnificamente ora''.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ungheria, ecco le norme sull'immigrazione più severe d'Europa

Repubblica Democratica del Congo: preoccupa l'inquinamento da estrazione petrolifera

Lo zoo di Madrid restituisce alla Cina una famiglia di cinque panda giganti