ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Falsi allarmi defibrillatore,colpa gioco

Falsi allarmi defibrillatore,colpa gioco
Scatola salvavita finita al centro caccia al tesoro virtuale
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - FIRENZE, 14 MAG - Raffica di chiamate al 118 dal defibrillatore installato su Ponte Vecchio a Firenze, tutte rivelatesi falsi allarmi. A indagare sugli episodi è stata la polizia municipale, che ha scoperto che il defibrillatore era finito in una caccia al tesoro virtuale e per questo veniva aperto dai partecipanti al gioco, facendo scattare le chiamate. I vigili hanno contattato gli amministratori della app, con sede a Seattle, che hanno rimosso l''indizio' che era stato nascosto sul ponte. Secondo quanto spiegato dalla municipale, una pattuglia ha effettuato un controllo sul defibrillatore e ha trovato, nascosto nella parte esterna della scatola, un piccolo involucro: all'interno un foglio con un elenco di nickname anonimi. Dopo un'accurata ricerca, gli agenti sono risaliti a una app di un gioco per smartphone, una sorta di caccia al tesoro virtuale - detta geocaching - dove chiunque partecipi può nascondere in luoghi aperti al pubblico un 'geocache' e lasciare sull'applicazione degli indizi per trovarlo.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.