ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Mare Jonio a Lampedusa, nave sequestrata

Mare Jonio a Lampedusa, nave sequestrata
Salvini, non è barca libera. Ong, ci vogliono fermare
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 10 MAG – Mare Jonio sbarcherà i 30 migranti
soccorsi ieri al largo della Libia, tra cui due donne incinte e
cinque minori, a Lampedusa. Intanto la Guardia di Finanza sta
procedendo ad un “sequestro d’iniziativa” della nave: i
militari, si apprende da fonti del Viminale, dopo esser saliti a
bordo avrebbero rilevato alcune irregolarità e proprio per
procedere il sequestro è stato consentito alla nave di entrare
nel porto di Lampedusa. L’accusa ipotizzata nei confronti
dell’equipaggio è favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. “Mi risulta che la nave Jonio non entrerà a Lampedusa da nave
libera. Non voglio portare via il lavoro ai magistrati. Io
faccio il ministro dell’Interno e garantisco la sicurezza ai
cittadini”, ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini.
Dalla ong commentano, “ci vogliono fermare”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.