ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Champions: Lotito, finito tempo vassalli

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 7 MAG – “E’ finito il tempo dei servi della
gleba, dei vassalli e dei valvassori”: la metafora del
presidente della Lazio, Claudio Lotito, sintetizza così il suo
intervento a Madrid nel corso della riunione allargata delle
Leghe europee. Il n.1 biancoceleste, applaudito dai 339 delegati
continentali, ha ricordato che “qui non qui non c‘è un problema
di contrapposizione sul piano personale ma su quello che deve
essere il futuro e la regia del calcio europeo. Il calcio non è
solo business – ha spiegato Lotito nel suo intervento – ma
devono essere salvaguardate tutte le componenti che concorrono
ad alimentare questo sistema, composto non solo dalle società e
dai tifosi che rinunciano a un paio di scarpe per andare a
vedere la loro squadra del cuore”. Per Lotito, bisognerebbe
“costituire una cabina di regia tra club e Leghe per dialogare
con l’Uefa, perchè le decisioni ultime non possono essere prese
dall’alto ma vanno condivise con tutti gli attori.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.