ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scoppio palazzina:tubo gas aperto a mano

Scoppio palazzina:tubo gas aperto a mano
Marito morì in esplosione, archiviate le accuse alla moglie
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - MILANO, 6 MAG - È stato un tubo del gas scollegato manualmente nella cucina di Saverio Sidella, 45enne sergente maggiore dell'esercito, a provocare l'esplosione e il conseguente crollo di una palazzina di Rescaldina (Milano), alle 7.45 del 31 marzo 2018. È quanto emerso dalla relazione conclusiva dei periti incaricati dalla Procura di Busto Arsizio (Varese) di risalire alle cause della deflagrazione, a seguito della quale morì lo stesso Sidella (dopo 18 giorni di agonia in ospedale), rimasero gravemente feriti sua moglie, i suoi bambini ed altre cinque persone. La Procura di Busto Arsizio - moglie e marito erano indagati per strage - non essendo emersi indizi a carico della donna e non essendovi prove che in casa loro, dove si innescò l'esplosione, vi fossero altre persone, ha chiesto l'archiviazione delle accuse.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.