ULTIM'ORA
This content is not available in your region

'Sede delle Zecche' davanti Anpi Cremona

'Sede delle Zecche' davanti Anpi Cremona
Al cimitero commemorazione di Farinacci e dei caduti della Rsi
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MILANO, 27 APR – ‘Sede delle zecche’ con accanto una
croce celtica: è questo il cartello apparso questa mattina
davanti all’Anpi di Cremona, nel giorno in cui una quarantina di
nostalgici neofascisti si è ritrovata al cimitero per
commemorare i caduti della Repubblica di Salò e Roberto
Farinacci, nonostante l’autorizzazione negata dal sindaco
Gianluca Galimberti. “Ho l’impressione che non sia una questione specifica di
Cremona, ma che si rifletta una certa situazione qui come a
Milano” ha spiegato il presidente dell’Anpi locale Giancarlo
Corada. “C‘è profonda amarezza. Vorremmo che le istituzioni – ha
aggiunto Corada, ex sindaco di Cremona – fossero più incisive
nell’evitare certe cose”. Già nei giorni scorsi erano stati srotolati uno striscione,
subito tolto, con la scritta ‘partigiani assassini’ e poi
‘partigiani Anpi assassini’. “Sono apparse svastiche in due
giardini della città, la scritta ‘W il duce’ in galleria XXV
aprile” ed è stato deturpato anche il duomo.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.