ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tottenham, Champions e big per lo stadio

Tottenham, Champions e big per lo stadio
Maxi-investimento per nuova 'casa' impone austerity e cessioni
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - ROMA, 20 APR - Pur vincendo la Champions League, il Tottenham avrebbe esigenza di far cassa per coprire gli investimenti del suo nuovo stadio. Lo scrive oggi lo spagnolo 'AS' che rilancia l'ipotesi della cessione la prossima estate di Christian Eriksen, uno dei pezzi pregiati degli Spurs, con il contratto in scadenza nel 2020 e obiettivo di mercato del Real Madrid. L'eventuale successo in Champions varrebbe 100 milioni di euro (82,3 per la vittoria, più la quota di market pool) ma il club è in debito con il nuovo stadio, avendo chiesto un prestito di 735 milioni. Da qui la possibilità di cedere il 27enne danese che, tra l'altro, ha finora respinto ogni proposta di rinnovo: quindi o il Tottenham lo vende quest'estate o rischia seriamente di perderlo a zero a giugno 2020. La situazione economica d'altronde non ammette deroghe e il presidente del club, Daniel Levy, ha annunciato un prolungato periodo di "austerità" proprio fin quando il nuovo stadio, una volta a pieno regime, non sarà in grado di generare reddito.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.