ULTIM'ORA
This content is not available in your region

San Marco, primo test sitrema anti-marea

San Marco, primo test sitrema anti-marea
Porticato resterà asciutto, sistema costato 2 milioni di euro
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – VENEZIA, 13 APR – Il nartece – o porticato – della
Basilica di San Marco non sarà mai più invaso dall’acqua alta:
viene oggi infatti testato il sistema che impedisce all’acqua
della laguna di filtrare e danneggiare gravemente lo storico
spazio d’ingresso alla chiesa, come è avvenuto a ottobre 2018.
Il sistema è stato spiegato, ai margini dell’evento ‘San Marco – La Basilica nel terzo millennio’ a Palazzo Ducale, dal proto
Mario Piana e da uno dei procuratori, Pierpaolo Campostrini.
“Con questo sistema si risparmia a quest’area 900 ore all’anno
di acqua salmastra – dice Piana – Sotto alla piazza ci sono dei
condotti in laterizio settecenteschi che erano danneggiati. Li
abbiamo restaurati, impermeabilizzati così che non perdano
acqua. Essi sono collegati con bocchette che vengono chiuse in
caso di acqua alta. Delle pompe, poi, espellono l’acqua che si
accumula. Qui davanti non ci saranno più pozzanghere”. Il
sistema, progettato da Diego Semenzato e Daniele Rinaldo, è
costato due milioni di euro.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.