ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Livorno cita in tribunale ex sindaco Pd

Livorno cita in tribunale ex sindaco Pd
Due lettere patronage su mutuo 15 mln. Banca vuole 800mila euro
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - LIVORNO, 11 APR - Il Comune di Livorno ha citato a giudizio l'ex sindaco Pd Alessandro Cosimi, per due lettere a garanzia di un mutuo da 14,5 milioni riguardanti un'operazione finanziaria effettuata nel 2005 ma che non comparirebbero negli atti dell'amministrazione. Tra il 2005 e il 2006, spiega una nota del Comune, l'allora "sindaco Cosimi ha firmato due lettere di patronage a garanzia di un mutuo da 15 mln, contratto da Aamps con il Banco popolare di S.Geminiano e S.Prospero", "senza che il Consiglio comunale ne fosse informato, come prevede la legge". Il Comune chiede i danni a Cosimi con una causa civile. In forza delle lettere, nel 2018 la banca ha citato in giudizio il Comune chiedendo il riconoscimento di 817.121 euro. Il Comune si è opposto ritenendo nulle le missive e ha deciso di citare in giudizio Cosimi. "Abbiamo agito solo nell'interesse del Comune e dell'azienda: eravamo soci al 100% di Aamps e per questo abbiamo preso l'impegno di supportare la nostra azienda" è la replica di Alessandro Cosimi.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.