ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Torre Maura, sfilano antifascisti e

Torre Maura, sfilano antifascisti e
Tra slogan 'non ci sta bene che no'. Antonini, Simone coraggioso
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 6 APR – Da una parte la manifestazione
antifascista organizzata da Arci, Libera, Cgil e Acli ed altre
realtà, dall’altra il sit in di Casapound. Entrambe a Torre
Maura, alla periferia di Roma, teatro di proteste anti-nomadi.
Tra gli slogan degli antifascisti, “Non ci sta bene, non ci sta
bene che no” che riprende le parole di Simone, il quindicenne
della zona che in solitaria ha sfidato Casapound durante le
proteste. “Un ragazzo di 15 anni ha messo a nudo una politica
che vuole strumentalizzare il disagio”, hanno urlato al megafono
gli organizzatori chiedendo anche “un piano straordinario per le
periferie”. Critiche si sono levate anche nei confronti Governo.
Casapound ha rivendicato la chiusura del centro destinato ai
nomadi: “Siamo contenti di questa vittoria, ma da lunedì bisogna
tornare a lottare contro il degrado e l’abbandono in cui sono
stati lasciati i quartieri della città. Non ci fermeremo qui”.
Mauro Antonini, responsabile per il Lazio di Casapound ha
elogiato Simone: “Ha avuto il coraggio di dire la sua”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.