ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Buste sospette a Ferrero e Vergnano

Buste sospette a Ferrero e Vergnano
Ancora in isolamento i sette dipendenti della Lavazza
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ALBA (CUNEO), 5 APR – Una busta sospetta, del tutto
simile a quella ricevuta oggi al quartier generale della
Lavazza, è arrivata nel pomeriggio allo stabilimento della
Ferrero, ad Alba (Cuneo). All’interno una polvere che verrà
fatta analizzare. Sul posto con i carabinieri sono intervenuti i
vigili del fuoco e una squadra di artificieri. La produzione
industriale non è stata interrotta. Un’altra busta ancora,
secondo quanto si apprende ora, è arrivata ieri allo
stabilimento Caffè Vergnano di Santena (Torino). I sette dipendenti della Lavazza sono ancora. Gli
investigatori attendono, in serata, gli esiti delle analisi
dell’istituto Zooprofilattico. Nella busta, inviata dal Belgio,
c’era anche una lettera scritta al computer in cui si chiedevano
300mila euro per non avvelenare il caffè. Polizia e carabinieri,
che indagano sul caso, stanno valutando tutte le ipotesi.
Analoga minaccia è quella giunta allo stabilimento Ferrero di
Alba (Cuneo) e alla Caffè Vergnano di Santena (Torino).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.