Giappone: N.1 Comitato olimpico lascia

Giappone: N.1 Comitato olimpico lascia
Tegola sull'organizzazione a meno di 500 giorni da inizio Giochi
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TOKYO, 19 MAR - Il presidente del Comitato olimpico giapponese (Joc), Tsunekazu Takeda, conferma che lascerà il proprio incarico alla fine del mandato, a giugno, "per difendersi dalle accuse di corruzione e dimostrare l'innocenza". La decisione è stata resa pubblica in coincidenza del Comitato esecutivo, che si svolgerà nel pomeriggio a Tokyo. Il massimo dirigente sportivo del Comitato olimpico giapponese, è indagato dalla magistratura francese con l'accusa di 'aver comprato' i voti per ottenere l'assegnazione dei giochi olimpici 2020. Al vaglio degli inquirenti le transazioni eseguite nel 2013 dal Comitato olimpico giapponese, pari a 2 milioni di dollari, a favore della società di Singapore, Black Tidings, gestita dal figlio di un ex membro del Comitato olimpico internazionale e presidente della Federazione di atletica, Lamine Diack, già arrestato per corruzione. Takeda - che è membro del Joc dal 1987 e presidente del Comitato nipponico dal 2001 - ha sempre sostenuto che il pagamento è stato effettuato per regolari servizi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania: manifestazioni pro Ucraina a due anni dall'invasione russa

I green di Casablanca: un paradiso del golf dal tocco culturale

In Russia screditare l'esercito non si può, due anni e mezzo di carcere all'attivista Oleg Orlov