ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Studenti Taranto, ci avere rotto polmoni

Studenti Taranto, ci avere rotto polmoni
In corteo riferimenti a emergenza causata da grande industria
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - TARANTO, 15 MAR - "Ci avete rotto i polmoni". "Non c'è un pianeta B". "Chi non si cura della propria casa non è degno di esser chiamato uomo". "Vengo da una zona dove l'aria non è buona". "Se non invertiamo la rotta annegheremo tutti". "Io voglio vivere". Sono alcune delle frasi scritte su cartelloni e striscioni portati in corteo questa mattina a Taranto da diverse centinaia di studenti che hanno aderito, insieme a movimenti, associazioni ambientaliste e cittadini, al 'Fridays for future' (Fff), lo sciopero globale per il clima. Una marcia che nel capoluogo ionico assume un significato particolare per l'emergenza sanitaria e ambientale causata negli anni dalle emissioni dei grandi impianti industriali, a cominciare dallo stabilimento siderurgico. "Ilva vaffa..." hanno gridato gli studenti attraversando le vie del centro con un lungo serpentone che si è snodato dall'Arsenale della Marina militare verso piazza della Vittoria.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.