ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ong, in corteo Milano per diritti tutti

Ong, in corteo Milano per diritti tutti
Comandante Open Arms, non possiamo scusarci reato solidarietà
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - MILANO, 2 MAR - "Stanno facendo uno sforzo per far sparire testimoni scomodi nel centro del Mediterraneo": Riccardo Gatti, comandante di Open Arms, è partito da questo per spiegare la partecipazione della Ong catalana alla manifestazione antirazzista di Milano 'People-prima le persone' e per ribadire che quello che fanno è salvare vite, non aiutare gli scafisti. "Salvare qualcuno in mezzo al mare significa salvare noi stessi" ha spiegato Alessandra Sciurba che è al corteo con il carro creato da Mediterranea a forma della sua nave, la Mar Jonio, che a brevissimo tornerà in mare. "Partecipiamo alla manifestazione - ha aggiunto la portavoce di Sea Watch Giorgia Linardi - perché sono messi in discussione i diritti di tutti: i diritti di libertà, il diritto internazionale". Sea Watch è presente con lo striscione 'Zero sbarchi, sei morti al giorno. Nel Mediterraneo annega l'Europa". Non è possibile - ha concluso Gatti - che dobbiamo scusarci del reato di solidarietà".

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.