ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Messner, Nardi e Bollard? Poche speranze

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - AOSTA, 01 MAR - "Non c'è grande speranza, o c'è quasi zero speranza, che sia ancora possibile trovarli vivi". Così l'alpinista Reinhold Messner, contattato dall'ANSA, si esprime in merito alla sorte di Daniele Nardi e Tom Ballard, dispersi sul Nanga Parbat da cinque giorni. "Secondo me - spiega Messner - loro sono stati presi da una valanga. Ma non è neve che scende: sono tre seracchi che stanno sopra lo sperone Mummery, a sinistra e a destra". "In base alle fotografie che ho visto oggi - aggiunge Messner - loro sono saliti per un pezzo, poi ritornando giù per qualche motivo, forse nel punto più esposto, sono stati presi da blocchi di ghiaccio". E aggiunge: "sapendo dov'è la zona, sapendo che in ogni momento, mese, settimana, il seracco non è calcolabile, cade, finito. Chi va sotto rischia la vita. Un alpinista esperto non dovrebbe andare sotto. Nardi ha capito quello che fa. Ballard è un grande alpinista, giovane, ma non ha l'esperienza di questo tipo".

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.