ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Preziosi: "Se c'è dubbio decida la Var"

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MILANO, 25 FEB – “Quando l’arbitro viene chiamato
dalla Var, evidentemente c‘è un dubbio e forse la Var stessa può
eliminarlo: si chiama l’arbitro, gli si dice che non è rigore,
perché è così, ma senza rivederlo”. Anche alla luce
dell’episodio finale di Fiorentina-Inter, ne è convinto il
presidente del Genoa, Enrico Preziosi, che oggi ha ricevuto 10
mila euro di multa per le critiche all’arbitro Marco Di Bello
dopo la partita di dicembre contro la Roma: “Me la sono cavata,
dai… – ha sorriso, dopo l’assemblea della Lega di Serie A -.
Spero siano spesi a fin di bene, credo che la Federazione usi
queste multe nel sociale, quindi va bene così”. “E’ strano che,
dopo la chiamata della Var, Abisso abbia confermato il rigore – ha aggiunto, commentando il controverso episodio di Firenze -.
Forse non ha visto nella maniera giusta, allora vorrebbe dire
che anche il sistema ancora va rifatto o comunque ripensato. Io
sono del parere che, nel momento in cui interviene la Var, ci
deve essere qualcuno che giudica e non l’arbitro”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.