ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Bancarotta da 3,1 mln, sequestrati beni

Bancarotta da 3,1 mln, sequestrati beni
Indagati padre e figlio per crac del 2016 nel Barese
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – BARI, 23 FEB – Nell’ambito di un’indagine su una
presunta bancarotta fraudolenta da 3,1 milioni di euro, militari
del nucleo di Polizia economico finanziaria della Guardia di
Finanza di Bari hanno sottoposto a sequestro preventivo conti
correnti bancari, un capannone industriale adibito ad opificio
con annessi fabbricati ad uso uffici e abitazione ed un vigneto
di 70 mila metri quadri. I beni sono riconducibili – spiega la Procura di Bari – al
“Frantoio Oleario Locorriere Michele”, impresa individuale di
Binetto (Bari), dichiarata fallita il 30 maggio 2016. Il
provvedimento di sequestro è stato emesso dal Gip su richiesta
della Procura. Sono indagati Michele Locorriere, titolare
dell’azienda e il figlio Lorenzo, legale rappresentante di una
società operante nello stesso settore. I due sono accusati di
aver sottratto illecitamente dalle casse dell’azienda beni sui
quali i creditori avrebbero potuto rivalersi per soddisfare le
proprie ragioni.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.