ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Agenti penitenziari, a Bollate -100

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MILANO, 23 FEB – “Questo è un carcere che è la mamma
di tutte le iniziative di recupero e di reinserimento recenti, e
deve rimanere tale, va aiutato”. A dirlo è Bruno Pompeo, vice
segretario generale di ‘Fsa-Cnpp’, sindacato della Polizia
Penitenziaria che dalla casa circondariale di Bollate (Milano)
ha rivolto un appello al sottosegretario alla Giustizia, Jacopo
Morrone, ricordando che l’organico dei poliziotti “è sotto di
circa 100 unità”. “La caserma dove vive parte degli agenti è in condizioni
pessime, con ascensori rotti e impianti inefficienti – prosegue
Pompeo – e per di più dal primo febbraio una nuova disposizione
chiede a questi colleghi disagiati, perché lontani dalle proprie
famiglie, anche di pagare una sorta di affitto”. Dopo
l’aggressione a un agente avvenuta nei giorni scorsi, inoltre,
il sindacato chiede, come altre forze dell’ordine, taser o altri
strumenti di difesa non letale “mentre i detenuti disabili hanno
urgentemente bisogno di mezzi di trasporto adatti”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.