ULTIM'ORA
This content is not available in your region

De Tomaso, condannati i Rossignolo

De Tomaso, condannati i Rossignolo
Per bancarotta e truffa, stabilito anche un risarcimento
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – TORINO, 20 FEB – L’imprenditore Gian Mario
Rossignolo e il figlio Gianluca sono stati condannati dal
Tribunale di Torino per la bancarotta della De Tomaso, azienda
automotive fallita nel 2012. I giudici hanno inflitto una pena
di 5 anni e 6 mesi al padre e 4 anni e 10 mesi al figlio. I Rossignolo, insieme ad altre sei persone, sono stati
condannati a vario titolo per bancarotta, truffa ai danni della
Regione Piemonte e del ministero dell’Economia e malversazione. Il tribunale ha dichiarato il proscioglimento per due ipotesi
di falso in scrittura privata, perché il reato è stato
depenalizzato, e per una tentata truffa alla Regione Toscana. Il
Tribunale di Torino, inoltre, ha stabilito un risarcimento da 5
milioni di euro a favore del fallimento della De Tomaso. A
pagare questa provvisionale dovranno essere l’imprenditore Gian
Mario Rossignolo, il figlio Gianluca e Giuliano Malvino,
amministratore di una società in rapporti con la De Tomaso,
riconosciuti responsabili di bancarotta fraudolenta.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.