ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Scarico depuratore in oasi, assolti

Scarico depuratore in oasi, assolti
Processo dopo denuncia Consorzio oasi Torre Guaceto
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – BARI, 16 FEB – Due dirigenti della Regione e due
funzionari dell’Acquedotto pugliese sono stati assolti dal
Tribunale di Brindisi con formula piena dall’accusa di aver
contribuito ad alterare le acque dell’oasi marina protetta di
Torre Guaceto con i reflui prodotti da un depuratore consortile
che si trova nel comune di Carovigno (Brindisi) e che scarica
all’interno del Canale Reale che a sua volta sfocia nella zona
della riserva sottoposta a maggiore tutela. Il giudice Ambrogio
Colombo ha accolto la richiesta di assoluzione formulata dal
pubblico ministero Giuseppe De Nozza. Le persone assolte sono:
Massimiliano Baldini e Fabrizio D’Andria, di Aqp; Luca
Limongelli e Andrea Zotti della Regione Puglia. La denuncia era
stata formulata dal consorzio di Torre Guaceto, che si era
costituito parte civile. Per un capo di imputazione i due
funzionari dell’Acquedotto pugliese avevano scelto di chiudere
con l’oblazione.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.