EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Cade per marciapiede rotto,perde causa

Cade per marciapiede rotto,perde causa
Cittadina aveva fatto ricorso in Cassazione, Comune vince causa
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 15 FEB - La zona era illuminata e la cittadina, caduta per un avvallamento su un marciapiede nella centralissima Piazza Venezia a Roma, doveva fare più attenzione. Per questo la Cassazione ha respinto il ricorso della donna costretta anche a pagare all'incirca 10mila euro di spese legali al Comune, alla società assicuratrice e a quella cui era affidata la manutenzione della zona. La cittadina non è riuscita a far valere le sue ragioni contro il Comune di Roma. La lite infinita con l'amministrazione risale a 17 anni fa. Nel febbraio 2002 la donna stava camminando sul marciapiede a Piazza Venezia e, in prossimità dell'incrocio con via del Plebiscito, è caduta - come sostiene lei - a causa del "dislivello creatosi tra due lastre della pavimentazione del marciapiede".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Europei, vola la Germania. Pari Scozia-Svizzera e Croazia-Albania

Grecia, un grave incendio divampa nei pressi di Atene

Premierato e Autonomia, cosa sono: elezione del premier, iter costituzionale e poteri delle Regioni