ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vendola ad Emiliano, polemica delirante

Vendola ad Emiliano, polemica delirante
"Basta con fango e bugie, mi rammarico di averlo sostenuto"
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - BARI, 2 FEB - "Michele Emiliano, chiuso nel suo castello di proclami e di chiacchiere roboanti, assediato dai suoi fantasmi e dalle sue fobie, mi tira per i capelli in una polemica che appare tanto delirante quanto ridicola. Un giorno mi accusa di complottare con Renzi per farlo perdere alle prossime regionali. Il giorno dopo mi accusa di farlo addirittura con Salvini". Lo afferma in una nota Nichi Vendola, (SI-Leu) in relazione alle accuse rivoltegli negli ultimi giorni dal presidente della Regione Puglia. "Oggi mi lancia addosso l'insinuazione calunniosa che io possa agire per conto delle lobby dei rifiuti. Questo è il suo metodo di concepire la lotta politica, trascinando il dibattito pubblico verso una deriva di fango, di bugie, di volgarità". "Mi rammarico di aver sostenuto politicamente chi oggi sta tradendo le ragioni del Sud, sottoscrivendo il patto con la Lega di Salvini (altro che complotto!) sulla cosiddetta 'secessione dei ricchi'" e di aver "voluto bene ad una persona così incapace di lealtà e di rispetto".

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.