ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Attentati Sardegna, lascia consigliere

Attentati Sardegna, lascia consigliere
Addio polemico di tutta l'opposizione al Comune di Tuili
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CAGLIARI, 26 GEN – Dopo le scritte intimidatorie al
consigliere di minoranza di Tuli (Sud Sardegna) Serafino Madau,
che già a novembre scorso era stato oggetto di un messaggio di
minacce, i quattro consiglieri di Uniti per Tuili, Madau
compreso, rassegnano le dimissioni, annunciando che neppure i
non eletti si renderanno disponibili alla surroga e aprendo di
fatto una sorta di crisi nel piccolo comune che conta 12
consiglieri. Non senza polemiche. “Quelle scritte in rosso chiedono il nostro silenzio per
mantenere inalterato lo stato delle cose – attaccano – La
vicenda dimostra chiaramente che il paese è diviso a metà tra
chi desidera la continuità politico-amministrativa con le
passate amministrazioni e chi invece creda nella alternanza
rappresentata dal nostro Gruppo, serio, propositivo e motivato”. Ricordando le tre intimidazioni nei confronti di Madau, gli
ormai ex consiglieri stigmatizzano la mancata convocazione del
consiglio comunale urgente e straordinario aperto alla
popolazione per discutere dell’accaduto.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.