ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Anno giudiziario Cagliari, pochi giudici

Anno giudiziario Cagliari, pochi giudici
Presidente Corte Appello, aumentano reati sessuali e per droga
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CAGLIARI, 26 GEN – Le gravi carenze di personale
negli uffici e nell’organico delle toghe, l’aumento dei carichi
di lavoro, la rivendicazione dell’indipendenza dei magistrati,
ma anche la necessità risolvere la vertenza dei giudici onorari
e l’allarme sulla crescente criminalità legata ai traffici di
droga, anche con collegamenti con le maggiori organizzazioni
criminali internazionali. Sono i temi trattati dalla presidente
della Corte d’Appello di Cagliari, Gemma Cucca, nella sua
relazione sullo stato della giustizia in Sardegna, letta durante
la cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario del
distretto. I risultati per l’anno 2018 sono positivi nonostante “le
gravi carenze nell’organico del personale amministrativi – ha
detto la presidente – critica la situazione nelle cancellerie”.
Una situazione che poi si riflette anche sui tempi dei processi.
Quasi quintuplicate (dalle 30 del 2017 alle 142 dello scorso
anno) le cause per la lunga durata dei giudizi.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.