EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Gravina, il 30/1 norme antirazzismo

Gravina, il 30/1 norme antirazzismo
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "L'annuncio dello speaker sarà a gioco fermo, l'arbitro deve pensare ad arbitrare e verrà deresponsabilizzato. Contro i cori va applicata una procedura molto chiara e poi far scattare le eventuali sanzioni". Così Gabriele Gravina, presidente della Figc, parlando a Radio Crc delle nuove norme contro il razzismo. "La nuova procedura è molto chiara: un responsabile della Procura federale o l'addetto alla sicurezza, ossia la persona del Viminale a tutela dell'ordine pubblico, dovranno decidere - in caso di striscioni o manifestazioni verbali, cori di discriminazione, che l'arbitro deve portare le squadre a centrocampo per l'annuncio, con il gioco che viene momentaneamente sospeso. Se la situazione si normalizza, si riprende ma, se certi atteggiamenti proseguono, l'arbitro porta le squadre nello spogliatoio". Faremo in modo che queste innovazioni ci siano in Milan-Napoli, anche se le novità saranno formalizzate il 30 gennaio".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 19 luglio - Serale

Corte Aja: l'occupazione israeliana nei territori palestinesi è illegale

Siccità e desertificazione: la Sicilia deve fare i conti con il cambiamento climatico