ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spalletti, giocare a porte chiuse non va

Spalletti, giocare a porte chiuse non va
'Tanti tifosi e bambini penalizzati, complimenti al Benevento'
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - MILANO, 13 GEN - 'Non è partita, non è calcio, non è divertimento'. Il tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, non usa giri di parole per definire come abbia vissuto la gara a porte chiuse giocata con il Benevento in Coppa Italia. Anche perché, di mezzo, ci sono andati tanti tifosi incolpevoli, il pensiero dell'allenatore toscano dopo il tennistico 6-2 ai campani. 'Sono tantissimi i tifosi penalizzati, non vogliamo giocare in questa maniera qui - ha proseguito -. Dobbiamo trovare soluzioni differenti'. Lo stadio vuoto non ha creato troppi problemi all' Inter in campo. 'Si sono fatti trovare pronti: in queste gare il rischio è quello di abbassare un po' il livello di qualità. Vanno fatti i complimenti ai giocatori meno utilizzati che hanno giocato oggi. È stata una partita vera e difficile, i complimenti vanno fatti anche al Benevento che ha giocato fino alla fine''.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.