ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Uscita carbone, Pigliaru scrive a Conte

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - CAGLIARI, 2 GEN - L'accelerazione imposta dal Governo alla chiusura delle centrali termoelettriche a carbone, senza avere né il metano né le infrastrutture per le energie alternative, strumenti necessari per affrontare la transizione, è per la Sardegna estremamente rischioso: in pericolo ci sono i piani industriali già varati per accompagnare nell'Isola la fase di passaggio e migliaia di posti di lavoro. È il senso della lettera che il governatore Francesco Pigliaru ha inviato al presidente del Consiglio Giuseppe Conte chiedendo un incontro urgente sul tema. La lettera è stata indirizzata anche ai ministri dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio e dell'Ambiente Sergio Costa e ai presidenti delle Regioni e delle Province Autonome. Il riferimento è alla determina del Direttore Generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali del Ministero dell'Ambiente con cui è stata avviata la fase di abbandono dell'impiego del carbone, gas siderurgici e di raffineria, che dovrà concludersi entro il 2025.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.