ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Doping, Rusada 'rischiamo nuovo stop'

Doping, Rusada 'rischiamo nuovo stop'
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - MOSCA, 28 DIC - Il Cremlino boccia come "infondate" le preoccupazioni del direttore dell'agenzia antidoping russa Rusada Yuri Ganus, che in una lettera aperta ha chiesto a Putin di intervenire e consegnare i dati di laboratorio richiesti dall'agenzia antidoping mondiale Wada. Per Ganus se la Rusada dovesse essere sospesa di nuovo gli atleti russi non potranno partecipare alle competizioni internazionali e la Russia non potrà ospitare eventi sportivi internazionali. "Siamo sull'orlo dell'abisso -ha scritto Ganus a Putin- e Le chiedo di proteggere il presente e il futuro dello sport pulito, le generazioni presenti e future di atleti". Oggi il Cremlino ha risposto a Ganus. "A causa del processo in corso -ha detto il portavoce di Putin, Dmitri Peskov- il direttore" della Rusada "purtroppo non è informato del lavoro che sta adesso avendo luogo tra i funzionari russi e quelli della Wada che hanno visitato Mosca. Semplicemente -per Peskov - non conosce i dettagli" e "molte preoccupazioni" da lui "esternate sono infondate".

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.