Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Nicchi "su stop gare per cori c'è norma"

Nicchi "su stop gare per cori c'è norma"
Secondo n.1 Aia "non serve vararne di nuove o inasprirle"
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 26 NOV – “Ha detto benissimo Rizzoli, la norma
c‘è ed è chiara. Oggi si è parlato anche dei cori, ma qui il
punto è che non bisogna limitarsi a fare nuove norme o inasprire
quelle esistenti. Bisogna applicarle, cosa più difficoltosa”. E’
quanto riferito dal numero uno dell’Associazione italiana
arbitri, Marcello Nicchi, in merito all’applicazione più severa
della norma che prevede la sospensione delle partite in caso di
ripetuti cori discriminatori. Sul punto, era intervenuto anche
il designatore della Can A, Nicola Rizzoli, che ha invocato
tolleranza zero. “Sull’applicazione delle norme in Italia ci
sarebbero parecchie considerazioni da fare – ha aggiunto Nicchi
al termine del consiglio federale della Figc – perché molte
volte le cose succedono anche perché non si applicano le norme”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.