This content is not available in your region

Sfregiata in viso da protettore

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Sfregiata in viso da protettore
26enne cinese punita per non aver versato parte guadagni

(ANSA) – MILANO, 5 NOV – Sfregiata con lentezza per tutto il
viso con un coccio di bottiglia su mandato del protettore-amante
che pretendeva da lei 40mila euro. Somma che l’uomo esigeva come
percentuale per l’attività di prostituta in cui aveva coinvolto
la vittima, una cinese di 26 anni. Gli agenti della Squadra
mobile della Questura di Milano hanno arrestato il mandante e un
altro uomo, suoi connazionali, ora in carcere accusati di
lesioni gravissime ed estorsione. Facevano parte di una rete che
usava Wechat (il WhatsApp cinese) per mettere le giovani donne
in rapporto con i clienti. La ragazza, che era stata punita per
non aver versato parte dei suoi guadagni in Austria, era stata
raggiunta dal protettore e punita in quel modo atroce. Due
settimane dopo lei aveva sporto denuncia e gli investigatori,
attraverso anche intercettazioni, sono arrivati a individuare
parte dei responsabili. La vittima aveva riportato 20 punti di
sutura e aveva rischiato di perdere un occhio.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.