ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio, calcioscommesse: continua il lavoro dei Pubblici Ministeri

Lettura in corso:

Belgio, calcioscommesse: continua il lavoro dei Pubblici Ministeri

Belgio, calcioscommesse: continua il lavoro dei Pubblici Ministeri
Dimensioni di testo Aa Aa

I Pubblici Ministeri belgi hanno accusato un arbitro e altre quattro persone di aver truccato partite nella massima serie calcistica del Paese: le persone sotto inchiesta debbono rispondere, a vario titolo, di organizzazione criminale, corruzione e riciclaggio di denaro.

Tra queste, l'agente Dejan Veljkovic e l'arbitro Sebastien Delferiere.

Il portavoce della Procura Federale, Wenke Roggen, ha spiegato che due agenti di calcio sono sospettati di aver evaso tasse e altri pagamenti e tentato di correggere i risultati di due partite della scorsa stagione, nel tentativo di impedire la retrocessione del Mechelen dalla massima serie.

Mercoledì, la Polizia belga ha effettuato una serie di irruzioni in alcuni dei più conosciuti club calcistici del Paese, nell'ambito dell'indagine su frodi legate ai trasferimenti di giocatori e partite truccate.

Gli inquirenti hanno condotto perquisizioni nelle sedi di dieci squadre, tra cui Anderlecht, Bruges e Standard Liegi.

Diversi agenti ed ex agenti di calciatori sono stati arrestati, fermato anche l'attuale allenatore del Club Bruges, Ivan Leko, e due arbitri.

L'inchiesta riguarderebbe una serie di frodi finanziarie e riciclaggio di denaro in ambito calcistico. Oltre che in Belgio le perquisizioni sono state effettuate anche in altri Paesi e hanno impegnato circa 220 agenti in Francia, Lussemburgo, Cipro, Montenegro, Serbia e Macedonia.