ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Muro contro spaccio droga Rogoredo

Muro contro spaccio droga Rogoredo
E' lungo oltre 200, da Rfi anche recinzioni a stazione treni
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MILANO, 10 OTT – Sarà finito in settimana il muro,
di oltre 200 metri e alto quattro, la cui realizzazione è stata
discussa e approvata in un Comitato per l’ordine pubblico dello
scorso maggio per fronteggiare il fenomeno dello spaccio nel
‘boschetto di Rogoredo’, da anni al centro di proteste da parte
dei residenti e spesso interessato da operazioni di polizia. Il
muro, che si trova immediatamente fuori dalla stazione
ferroviaria, come ha spiegato Luca Cavacchioli, direttore
produzione di Rfi Lombardia, è una delle opere decise in un
tavolo di coordinamento presieduto dalla Prefettura e al quale
hanno partecipato tutti gli enti preposti alla sicurezza, tra
cui la struttura di protezione aziendale di Rfi. Il muro è solo
una parte delle opere eseguite: a poche centinaia di metri è
stata realizzata la chiusura varchi dello scavalco ferroviario e
messe delle recinzioni cosiddette ‘antiscavalco’ per evitare gli
attraversamenti dei binari. I lavori sono partiti a luglio e
hanno avuto un costo di 700mila euro.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.