ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Uccise vicina per pappagallo,"semifermo"

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CAGLIARI, 8 OTT – E’ parzialmente incapace di
intendere e di volere Ignazio Frailis, il 47enne che il 2 maggio
2017 accoltellò a morte la sua vicina di casa, Maria Bonaria
Contu, 60 anni, durante una passeggiata nella pineta di
Capoterra. E’ questa, secondo quanto si è appreso, la sintesi
della perizia consegnata ai giudici dagli esperti nominati dalla
Corte d’Assise di Cagliari che sarà discussa in aula a dicembre. Per la Procura l’imputato aveva ucciso la donna con 11
fendenti a causa delle angherie verbali e delle parolacce che il
pappagallo dell’anziana rivolgeva quotidianamente all’uomo.
Il comportamento del volatile e le tensioni tra Frailis e la
famiglia della vittima sono state al centro del racconto dei
testi del Pm Paolo De Angelis ascoltati oggi in aula. Tra
questi, i carabinieri della stazione di Capoterra che hanno
lavorato alle indagini. L’imputato era presente, seduto accanto
ai difensori Fabio Pili e Gigi Porcella, mentre la famiglia si è
costituita parte civile con l’avvocato Carlo Pilia.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.