ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Turchia:attivista fermato presto espulso

Turchia:attivista fermato presto espulso
Polizia avvia procedura ma lui fa sciopero fame per restare
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MASSA (MASSACARRARA), 6 OTT – Gianfranco
Castellotti, il veterinario di Massa fermato dalla polizia turca
a Istanbul tre giorni fa, dopo essere finito in una retata con
altri sette compagni, potrebbe venire presto espulso dalla
Turchia. E’ quanto si apprende dalla compagna, Maria Grazia
Vanelli. In queste ore Castellotti sta continuando lo sciopero
della fame e ha interrotto l’assunzione dei farmaci. “Non sento
Gianfranco da 24 ore – dice la compagna Maria Grazia Vanelli – ma ho parlato con la Farnesina ieri sera. So che ha trascorso la
notte in un ufficio di polizia e che lo stanno trasferendo in un
altro reparto che si occupa di immigrazione per l’espulsione.
Proprio quello che non voleva. Per questo sta prolungando lo
sciopero della fame e ha smesso di prendere alcune medicine
interrompendo una terapia seria”. “Siamo preoccupati – prosegue – anche se la Farnesina sostiene che l’espulsione sia la cosa
migliore perché se dovessero trattenerlo significherebbe che
potrebbero arrestarlo”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.