EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Emre Can si scusa, non volevo offendere

Emre Can si scusa, non volevo offendere
Commentando espulsione CR7 aveva detto, 'non siamo donne'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 20 SET - "Non avevo intenzione di discriminare le donne o il calcio femminile con le mie parole". Emre Can chiede scusa dopo le dichiarazioni rilasciate al termine di Valencia-Juventus, in cui ha commentato l'espulsione di Ronaldo, secondo lui inesistente, affermando "non siamo donne, giochiamo a calcio". "Vorrei spendere qualche momento per spiegare la situazione dopo i commenti fatti nel dopo partita di ieri sera - è l'inizio della storia pubblicata sul suo profilo Instagram -. Le mie parole in risposta al video dell'espulsione di Cristiano hanno creato della confusione e ci tengo a chiarire. Vorrei dichiarare che con le mie parole non avevo alcuna intenzione di discriminare le donne o il calcio femminile in alcun modo"."Chiunque mi conosce sa bene quanto io rispetti le donne e quanto creda in valori come l'uguaglianza e il rispetto - prosegue il calciatore -. La mia sola intenzione era quella di difendere un mio compagno di squadra nel contesto di una decisione sbagliata sul campo''

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Regno Unito-Ue: Starmer si dice pronto a ripristinare le relazioni con Bruxelles

Scozia, decine di balene si sono arenate in una spiaggia delle isole Orcadi, solo 12 sono vive

Le notizie del giorno | 12 luglio - Pomeridiane