This content is not available in your region

Anticorruzione, Conte: "Il ddl é solido"

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Anticorruzione, Conte: "Il ddl é solido"
"Non é vero che ho corretto ministro Bonafede,siamo tutti uniti"

(ANSA)- ROMA, 6 SET – Sono “destituite di ogni fondamento” le
notizie di uno scontro tra il premier Giuseppe Conte e il
ministro della Giustizia Alfonso Bonafede sulla sul disegno di
legge anticorruzione che sarà varato oggi in Consiglio dei
ministri. “Non è corretto dire che Tizio corregge Caio.
L’obiettivo è fare un provvedimento solido dal punto di vista
tecnico e che abbia un obiettivo perseguibile ed efficace – ha
detto Conte ad Ischia -. Siamo tutti orientati nella medesima
direzione”. In un’intervista all’Huffington Post Conte ha
parlato tra l’altro del Daspo per i corrotti e dell’agente
infiltrato. “Nella nuova versione si definisce bene questa
figura come collettore di prove non come qualcuno che induca al
corruzione per provare la corruzione stessa”. “Inoltre viene
istituito il concetto di ravvedimento. Cioè la possibilità del
corrotto di avere sconti di pene nel caso entro sei mesi denunci
il reato volontariamente”. E quando “fornisca indicazioni utili
per assicurare la prova del reato e per individuare altri
responsabili”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.