Daisy, volevano colpire ragazza colore

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Daisy, volevano colpire ragazza colore
'Se dagli insulti si passa ai fatti si è superato muro...'

(ANSA) – TORINO, 30 LUG – “L’hanno fatto apposta. Non
volevano colpire me come Daisy, volevano colpire me come ragazza
di colore”. Parla così Daisy Osakue, l’atleta italiana di
origini nigeriane aggredita nella notte a Moncalieri. “In quella
zona ci sono diverse prostitute, mi avranno scambiate per una di
loro – aggiunge all’uscita dall’ospedale Oftalmico di Torino – Mi era già capitato di essere vittima di episodi di razzismo, ma
solo verbali. Quando però si passa all’azione, significa che si
è superato un altro muro”. “Io non escludo i motivi razziali. Non voglio essere
criticata per questo, ma secondo me mi hanno lanciato quel uovo,
in viso, da un’auto che viaggiava a tutta velocità,
semplicemente perché sono di colore”, sottolinea la giovane
atleta. “Spero che trovino i responsabili – conclude -: solo
così si potrà sapere il motivo del gesto”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.