ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pm sdogana 'balengo', giudice dice no

Lettura in corso:

Pm sdogana 'balengo', giudice dice no

Pm sdogana 'balengo', giudice dice no
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – TORINO, 20 DIC – Una battaglia giudiziaria infurianel tribunale di Torino su una parola del dialetto piemonteseutilizzata come insulto o sfottò: “balengo”. La Procura hatentato di retrocederla a “termine scherzoso”, e ha chiestol’archiviazione di un fascicolo per diffamazione (a mezzoFacebook). Un gip, però, ha detto no, e ha ordinato di procedereal rinvio a giudizio dell’imputato. Il processo si aprirà agennaio. La causa – che vede come parte lesa un esponente delmovimento No Tav – riguarda anche altre espressioni utilizzatenel post, quali “banda di briganti” e “imbrattacessi”, che nelleintenzioni dell’autore (è stato detto) era una poesia satirica.La procura, comunque, aveva dedicato ampia parte della propostadi archiviazione allo sdoganamento di “balengo”, con una ricercasull’etimologia della parola, rimandi all’Accademia della Cruscae a dizionari storici, citazioni di frasi estrapolate dalrepertorio – tra gli altri – di Ennio Flaiano, Cesare Pavese eLuciana Littizzetto. Ora se ne discuterà in aula.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.