ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giovani uccisi,pressioni su teste accusa

Lettura in corso:

Giovani uccisi,pressioni su teste accusa

Giovani uccisi,pressioni su teste accusa
Dimensioni di testo Aa Aa
(ANSA) - NUORO, 1 DIC - Clima pesante nell'aula della Corted'assise di Nuoro per pressioni sui testi dell'accusa nelprocesso a carico di Alberto Cubeddu, il 21enne di Ozieriaccusato degli omicidi di Gianluca Monni, studente di 19 anni diOrune, e Stefano Masala, 29 anni di Nule. La conferma è arrivatadalla deposizione di Michele Taras, fratello di Alessandro, il supertestimone che in sede di incidente probatorio ha raccontatodi aver visto Cubeddu bruciare l'auto di Masala utilizzata peruccidere Monni. Alla domanda dell'avvocato di parte civile seconosceva Roberto Pinna, padre di Paolo Enrico, il cugino diCubeddu già condannato a 20 anni per il duplice delitto, harisposto di averlo conosciuto solo due ore prima, fuori daltribunale. E pur non parlando mai di intimidazione, haraccontato ai giudici di essere stato avvicinato dall'uomo, ilquale con tono perentorio ha intimato: "Dovete dire la verità,tanto poi ci sono le intercettazioni".
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.