ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ius soli, le recriminazioni di Malagò

Lettura in corso:

Ius soli, le recriminazioni di Malagò

Ius soli, le recriminazioni di Malagò
Dimensioni di testo Aa Aa
(ANSA) - ROMA, 29 NOV - "C'è qualcuno che cavalca certe coseper proprio tornaconto, come sulla legge per lo ius soli. Per laquale il mondo dello sport è da subito stato il portabandiera enon vuole essere strumentalizzato né tirato per la giacchetta.In Italia abbiamo una crescita demografica che è pari a zero eguardando alle statistiche negli ultimi 15 anni abbiamo perso 4milioni e mezzo di potenziali atleti tra i 14 e i 19 anni". Lodice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, presentando irisultati del progetto 'Sport e Integrazione' al Foro Italico. "Oggi molte persone che risiedono in Italia - aggiunge - nonsono riconosciute come italiane e per questo non possonoindossare la maglia azzurra. Ma lo sport non è né di destra nédi sinistra, non può avere svantaggi: a tutti deve esserepermesso di praticare la propria disciplina e bisogna lavorareper questo".
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.